La parrucca?

Un valido aiuto
per affrontare con più fiducia
la lotta contro la malattia

IL PROGETTO

Il progetto “Un Angelo per Capello” ha l’obiettivo di offrire un aiuto e un sostegno concreto ai pazienti oncologici che non possono sostenere economicamente l’acquisto di una parrucca. L’innovativa visione del progetto è tesa a promuovere un atteggiamento pro-attivo del paziente attraverso cui affrontare in maniera positiva gli ostacoli derivanti dalla patologia.

La parrucca, dunque, rappresenta una “strategia di fronteggiamento” per dare continuità alla propria immagine corporea: in questo modo si continua a conservare il proprio aspetto conferendo sicurezza personale, in quanto sembra che nulla sia cambiato. Migliorando la qualità di vita del paziente è possibile affrontare con più fiducia la lotta contro la malattia.

Il progetto prevede che, in forza di un protocollo d’intesa sottoscritto tra l’Associazione e un’azienda specializzata, a fronte del conferimento di 3 kg di capelli (escluso oneri fiscali interamente a carico dell’Associazione) la stessa fornisce all’Associazione “Un Angelo per Capello” una parrucca inorganica del valore commerciale di circa 400-500€.

Se prima i capelli tagliati venivano gettati via oggi, grazie alla semplicità di un gratuito gesto (come quello di donare una ciocca dei propri capelli) si trasformano in una forma di aiuto concreto ai bisognosi.

Un progetto esploso
grazie al web e ai social


Il successo del progetto dovuto non solo alla semplicità della
donazione di una ciocca ma anche alla diffusione dell'
iniziativa grazie al passaparola e alla rete

Attraverso il web, ma soprattutto grazie ad un aggiornamento costante dei social network (facebook e twitter) in cui testimoniamo la partecipazione attiva della gente, sono arrivate e continuano tuttora ad arrivare numerose donazioni da ogni parte del mondo.
Sovente, infatti, pervengono donazioni di cittadini italiani e stranieri residenti in nazioni europee ed extra europee (emblematico infatti è il caso di ciocche

provenienti dall’Australia o da paesi dell’America latina). Le informazioni sulle donazioni, partendo dal semplice passaparola online ed offline, hanno conquistato l’attenzione di diversi media nazionali (tra cui Leggo.it, Avvenire.it, ilMattino.it, HuffingtonPost.it, Radio Capital) che hanno contribuito notevolmente ed in pochissimo tempo all’ulteriore diffusione a “macchia d’olio” del progetto.

La parrucca inorganica

Il Perchè della scelta

La scelta su questa tipologia di parrucca deriva da diversi fattori.
La realizzazione di parrucche con veri capelli, cosiddette organiche, comporterebbe costi nettamente superiori, rispetto alle disponibilità economica dell’associazione, tempi di produzione più lunghi che non consentirebbero di far fronte nell’immediato alle esigenze dei richiedenti e una minore capacità dell’associazione di rispondere a tutte le richieste di aiuto.

Vantaggi

-  Più funzionale
-  Più pratica ad un utilizzo quotidiano in quanto necessita di minori accortezze nel suo utilizzo

La Forza del Baratto

In cambio dei capelli ricevuti in donazione siamo in grado di ricevere una parrucca inorganica da donare gratuitamente a chi ne fa richiesta.

No Costi di Manutenzione

Persone con difficoltà economiche, non potendo acquistare una parrucca, difficilmente potrebbero sostenere i costi di manutenzione.

icon-newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER